MECCANICA E FISICA delle DIMENSIONI

Le grandezze fisiche che fanno parte del nostro mondo terrestre o del nostro sistema solare le possiamo considerare universali. La luce il punto di riferimento. Lo spazio che ci circonda ci avvolge e ci abbraccia facendoci percepire  la presenza della materia.

Le dimensioni vengono descritte partendo da rette che si intersecano. Questo concetto è sbagliato perchè se le rette si fanno passare per un punto allora non saranno solamente tre ma infinite.

Non sta scritto da nessuna parte che ci dobbiamo fermare nel conteggio a tre o a  cento. Vi invito a ragionare con una certa logica.

Facciamo finta che nello spazio non ci sono più universi non esistono stelle non c’è niente che cade sotto i nostri sensi. Immaginiamo che nello spazio nero posizioniamo un punto A  questo punto si può considerare l’origine e tutto intorno l’infinito. Possiamo dire che il nostro punto A è qualcosa che in un certo senso occupa l’infinito. Ora aggiungiamo nello spazio un altro punto B, possiamo dire che tra A e B c’è una certa distanza ma non sappiamo la sua grandezza, tuttavia i due punti hanno dato allo spazio circostante un’orientamento tipo NORD-SUD  senza distinzione di polarità. (non ci sono punti di riferimento polari).  Se abbiamo detto che il punto A  ha influenzato lo spazio ed il punto B  ha addirittura polarizzato lo spazio. Si può dire che potrebbero rappresentare  un principio dimensionale. Cioè A è un punto che dà un inizio allo spazio, B è un punto che genera una distanza, quindi seconda dimensione.

Se aggiungiamo un terzo punto C allora  l’unione dei tre punti spacca lo spazio con una superficie. Se abbiamo capito il concetto allora il quarto punto occupa senz’altro uno spazio e ci dà l’idea dello spazio pieno o materia. Se l’energia è un’oscillazione e non occupa quattro punti spaziali allora non può essere considerata materiale.

Anche se i quattro punti  A  B  C  D  occupano uno spazio,  non abbiamo idea della grandezza occupata, giacchè non si ha ancorta un punto di riferimento nello spazio.   Comunque i quattro punti possiamo considerarli avvicinabili o  allontanabili. Supponendo che le distanze dei punti  sono uguali abbiamo una figura geometrica speciale, un poliedro a quattro facce che rappresenta la prima figura geometrica che occupa uno spazio. Questa piramide triangolare è il simbolo della scuola pitagorica, una curiosità, sommando i primi quattro numeri si ha la somma uguale a dieci. Sembrerebbe che questa piramide sia destinata a definire le quattro dimensioni materiali possibili esistenti.

Sappiamo che questa piramide ha i punti equidistanti ma non sappiamo quanto è grande, potrebbe cioè  essere un metro di lato o un anno luce.

Cosa c’ è allora  nello spazio che stabilisce la distanza dei punti di una qualsiasi particella materiale? Lo spazio dunque non ha limiti ne in alto ne in basso. La fisica ha scoperto che c’è un mondo microscopico fantastico ed il primo limite base di riferimento è l’atomo, un metro di riferimento per tutte le grandezze della fisica. Chi stabilisce che un atomo è grande come l’idrogeno o come il plutonio?  C’è un onda quantica di forma sferica con onde concentriche che contiene nucleoni ed elettroni e che a seconda della quantità di questi si ha l’idrogeno o il plutonio.

Ma la cosa che sospetto per la mia teoria è che la grandezza della sfera dell’idrogeno è uguale a quella del plutonio.

E’ proprio questa onda sferica che stabilisce la grandezza fisica di riferimento. Se potessimo modulare questa onda potremmo ricevere tutti i suoni dell’universo oppure trasmettere all’istante qualsiasi informazione.

Ma tornando alle nostre dimensioni queste sono quattro e basta. E poi se ce ne sono altre quelle si intersecano con lo spazio, col tempo, e con entità superiori che non possiamo definire ovvero misteriose e che rientrano nella sfera della mistica.

 

253 visualizzazioni totali, 1 visualizzazioni oggi

democrazia economica relativa

I sistemi economici mondiali, non sono attuabili perchè ogni zona del mondo ha le sue risorse e le sue culture. Ogni stato ha le sue leggi, ogni fabbrica ha le sue regole, ogni azienda ha i suoi guadagni. Allora perchè un operaio deve forzatamente prendere un minimo di stipendio ed un impiegato di un sistema anche statale tipo RAI  o Manager statali o anche Manager privati devono guadagnare venti ed anche trenta volte di più. Un Manager più bravo di un altro, a capo di un’azienda, non  porta un vantaggio all’economia del paese, ma provoca un annientamento di altre aziende e disoccupazione di altri operai. E’ giusto però che un manager porti l’azienda ad un livello economico superiore. Deve essere premiata la bravura, la fiducia.

Nel caso di aziende private che adottano questo sistema di profitto, é pressochè trascurabile perchè aziende dello stesso settore non fanno altro che promuovere vari marchi e quindi riequilibrare il sistema. Nel caso di aziende statali o parastatali o grosse s.p.a I manager muovono fili politici ed influenze elettorali ecco perchè chiedono parecchi soldi, non per la bravura  ma per le loro ” conoscenze” per spostare ordini e capitali, da una parte all’altra. e questo é sbagliato per l’economia , tutti sanno come vanno le cose ma tutti fanno finta di non sapere. Le leggi a tal proposito ci sono ma non vengono applicate fino a che qualche giudice di buona volontà non decide di vederci chiaro.

L’economia di un paese si normalizza attraverso sistemi di equilibrio e penalizzazione degli sprechi. Bersagli pubblicitari ossessionanti portano le aziende più piccole  anche se di qualità a perdite economiche. Sono proprio le piccole aziende a portare avanti l’economia di un paese, perchè il loro frutto non é influenzato da mode momentanee ma da esigenze di richieste di pubblico o altre aziende manifatturiere. Mi spiego meglio con un esempio: se in uno stagno buttiamo tanti piccoli sassi si creano soltanto tante increspature d’onda senza danni. Ma se buttiamo un sasso grande anche se con la stessa massa di quelli piccoli provocheremo un’onda capace di fare danni. Ogni nazione deve avere una base di aziende manufatturiere che siano l’immagine e il costume delle tradizioni, sono queste che danno un fondo di lavoro stabile, duraturo.  Se queste spariscono, le grandi aziende hanno il sopravvento e portano il paese o verso la dittatura o verso la svendita economica a vantaggio di altri paesi. In Italia per esempio ci si sta incamminando verso  un sistema economico basato sul gioco, sul turismo, sullo spettacolo,                          Italiano, schiavi della Francia o della Germania. L’italia si sta avviando verso un’economia  turistico- alberghiera. Certo l’Italia è bella e tutto il mondo dovrebbe scoprirla. Le fabbriche artigiane però fanno parte di questa realtà e non possono sparire, mentre si promuove una speculazione da parte dello stato sui giochi di azzardo, mentre molte famiglie vengono distrutte dalla debolezza di padri di famiglia che rincorrono facili guadagni o pensionati che ridanno indietro i soldi allo stato perchè non sanno come passare il tempo.

Sappiamo tutti che le probabilità di vincita al gioco in Italia sono per il settanta per cento a favore dello stato,  il gioco delle tre carte è più onesto dello stato salvo l’abilità del giocoliere ma in fondo ti dà la possibilità di vedere la carta e di scoprire la sua abilità.

Se pensiamo che in america a Las Vegas lo stato  si assicuria un 12/15  % di tasse. Sono pochi quelli che si rovinano e se lo fanno, altrimenti si annoierebbero; oppure perchè  hanno un lavoro con facili guadagni.

Ma cosa vogliono fare iiparlamentari italiani creare uno stato come Las Vegas?  L’Italia  è certamente un posto ideale al centro, fatemelo dire del mondo, ma sono gli italiani parlamentari che non sono bravi a preparare questo progetto, perchè lo faranno solo per arricchirsi. Quando questo avverrà io scapperò via. A noi Italiani resterà solo il lavoro più umile, servi di grandi aziende. Troveremo lavoro con assunzioni tipo prendere o lasciare. Cuochi, camerieri, baristi, portieri, bagnini, guide turistiche, tassisti, guardiani di tutte le istituzioni, servi di tutti i turisti del mondo. Attenzione questi mestieri non sono affatto umili oggi, perchè ogni imprenditore  offrirà un salario che si può o non si può accettare, perchè magari si può avere di più. Ma quando sarà un sistema globale a offrirtelo allora dovrai piegare la testa. E’ davvero strano questi argomenti sono di sinistra, eppure oggi è proprio la sinistra che stà progettando la chiusura delle aziende artigiane, a fare leggi per promuovere le bische e i giochi elettronici, vedi lotto super enalotto, la camorra ha inventato le scommesse sulle partite (ricortate il toto nero?) ed ora tutta l’europa e gli stati collusi fanno man bassa di tutto Perchè un semplice computer di media potenza può calcolare a monte,  in pochi secondi, quale risultato finale pagherebbe meno.   Quando Bennato scrisse quell’album su Pinocchio vedeva già trent’anni fa il mondo di oggi. Ricordate che il popolo italiano non è una razza pura, l’italia è stata conquistata nei secoli da eserciti avventurieri dove l’unico guadagno era la razzia e stupri a volontà per cui i nostri geni primordiali sono ricchi di valori a 360 gradi possiamo capire se vogliamo, le ragioni di tutte le culture che ci hanno dominato.

Organizziamoci per non farci conquistare e ripulire questa terra da sfruttatori, bisgazzieri, ladri e impositori di culture. Noi già siamo cultura.

371 visualizzazioni totali, 1 visualizzazioni oggi

COME DORMIRE E RIPOSARE BENE

gravità terra lunaVi siete mai chiesti perchè quando vi spostate da una casa all’altra o da una città all’altra, oppure spostate i mobili di casa, qualcosa cambia nel vostro modo di dormire. Una volta il medico a chi era stressato dal lavoro o era assillato da  qualche malattia di tipo psicosomatica, consigliava al paziente di cabiare aria e di prendersi qualche vacanza. In effetti il cambiamento d’aria ha sempre prodotto benefici nel corpo umano. Vi posso garantire però che non è solo il cambiamento d’aria che porta benefici.

L’aria di montagna per esempio impiega poco più di qualche ora a fare duecento chilomentri, l’aria cambia continuamente.

Il cinquanta per cento dei nostri malanni dipende da una cosa molto semplice. Se vi dicessi subito cosa non leggereste più questo articolo allora vi voglio tenere sulle spine.

Nel mio lavoro spesso viaggio e dormo quindi in alberghi e siccome per carattere sono un acuto osservatore, notavo spesso che alla mattina o mi sentivo stanco o spossato oppure dormivo meravigliosamente bene. Qualcuno direbbe materasso troppo duro o troppo morbido o umidità del materasso perchè gli alberghi usano il riscaldamento solamente quando affittano la stanza. Niente di tutto questo Pensai furbamente che forse gli orientali avessero ragione e cominciai ad osservare l’orientamento magnetico, alla fine dedussi che nemmeno il campo magnetico influiva sull’umore e sul sonno. Per carattere ho la testa dura e se non risolvo un problema non mi dò pace.

Cominciai a pensare che lungo i muri corrono delle correnti elettrostatiche o elettromagnetiche e cominciai a dormire tenendo la testa lontano dai muri, e qualcosa si otteneva ma quando mi venne l’idea di dormire al contrario per tenere la testa lontana dai muri avvenne una cosa meravigliosa, cadevo subito in un sonno profondo e la conferma me la dava mia moglie che leggeva e notava che dopo poco che mi giravo cominciavo a russare. Ma io da chimico non potevo accettare una cosa così strana, pensai invece che il sudore dei piedi impregnato nel materasso e nelle lenzuola agissero  da sonnifero. C’è però una differenza fondamentale tra il dormire con sonniferi e dormire come io avevo sperimentato.

Cominciai ad elaborare così una teoria gravitazionale o di curvatura che le masse hanno sul cervello. In pratica il cervello si rifiuta di dormire quando non è abbastanza stanco da fatica e lavoro e basta la presenza nei pressi di una massa di materia abbastanza pesante per  tenerlo continuamente in attività. Ma questo non fà bene al cuore che ha bisogno di abbassare il ritmo e rilasciare i muscoli. Dice un proverbio mens sana in corpore sano. Questo si traduce in semplicità che facendo dormire il cervello saniamo il corpo. Provare per credere.

In fondo tutta la natura vegetale a contatto continuamente con la terra, il punto a massima gravitazione, viene costantemente influenzata dalla luna e gli animali  e le uova che vengono regolate al ritmo della luna, é tutta una sinfonia gravitazionale. e come dico sempre la numero uno di tutte le forze dell’universo é la gravitazione anche se per gli astronomi è sempre una forza molto debole anche se riconoscono che agisce in lontananza. Non è vero a pochi centimetri il cervello se la sente.

Tenetevi quindi sempre lontano  dai muri vecchi e dalle colonne di cemento. I muri a volte sono fatti di carton gesso o forati che hanno poca massa e quindi non influenzano più di tanto il cervello. Bisognerebbe sperimentare a livello scientifico questa scoperta perchè non è detto che la curvatura spaziale faccia poi male,  potrebbe svegliare per esempio parti del cervello sopite o atrofizzate e migliorare così l’intelligenza.

Grazie per l’attenzione ora non resta altro che provarci e osservarsi al mattino. Buona notte.

553 visualizzazioni totali, nessuna visualizzazione di oggi

Profilo dell’autore

Vincenzo Stella nasce a Minturno il 20 luglio 1948   si diploma in chimica in dustriale nel 1969 al Leonardo da Vinci di Napoli. Lavora quattro anni a Milano nell’ industria tessile come capotecnico per la colorazione dei filati. Tre anni nel settore fosfatazione e vernici. Nel 1976 apre una radio libera a Minturno. Appassionato di musica apre  uno studio professionale di registrazione digitale, scrive tante poesie che definisce naif o radiofoniche pubblicate da Edizioni Albatros.  Accompagnate da basi musicali, molte sono trasformate in canzoni pop, potete ascoltarle o scaricarle. L’autore non scrive canzoni per vivere ma solo per passione ed arte. Se volete scaricare le sue canzoni andate su www.myspacemusic.com, oppure www.gruppostella.com settore musica cliccate Vincenzo Stella autore e troverete una raccolta di demo.

Imprenditore in costruzione impianti sportivi e produttore di resine per l’edilizia. www.gruppostella.com segue e si documenta sugli studi di Meccanica quantistica e fisica teorica. Crede molto nelle teorie di Newton e della fisica classica  standard. Trova la meccanica quantistica affascinate ma molto filosofica. Cercando di collegare i colori ad una forma cristallina di massa si accorge che il poliedro fondamentale primario della materia, quello cioè a quattro facce ha i sei lati a due a due perpenticolari, una forma geometrica tridimensionale dalle caratteristiche geodetiche. Questa forma si assembla quasi perfettemente formando un icosaedro a venti facce, da quì l’idea che le particelle si devono per forza assembl are in strutture sempre più complesse. Naturalmente  per assemblarsi devono per forza avere  cariche elettriche e magnetiche perpenticolari fra loro. Il poliedro a doppio dipolo diventa così il pixel fondamentale della materia. Ci vogliono quattro punti per formare il poliedro quindi sono quattro  le dimensioni ed il tempo resta assoluto per cui il tempo fa perdere tempo negli studi della meccanica quantistica. Difficile divulgare oggi nuove idee. Questo blog non pretende di essere dottrina ma semplicemente dimostrare che possono esistere altre vie per arrivare alle stelle in tempo accettabile. L’atomo  è circa 100.000 volte più piccolo dell’onda luminosa,  perchè dovrebbe fermarsi alla velocità della luce? Vogliamo tornare indietro alla velocità del suono, quando non si credeva di superarlo (almeno nell’aria)?  Il problema invece è la propulsione. L’autore affronta così varie ipotesi e idee originali per dare imput agli sperimentatori. La gravità diventa la forza unificatrice di tutto l’universo attraverso il meccanismo del doppio o triplo dipolo (il terzo forse gravitazionale). Oggi non si conosce una energia propulsiva superiore al fotone ma chi ci dice che l’atomo essendo massa bucherà le onde cosmiche, il problema è spingere la massa.

Sicuramente i neutrini saranno i propulsori delle navi spaziali del futuro, perchè non sono come i fotoni ma hanno solo massa e  inoltre non sono tanto pericolosi, come massa possono dare spinte progressive alla navicella spaziale che con l’aumento della velocità tende a rimpicciolire e rinforzare la struttura della  massa. Quindi una navicella con tutto il personale dovrebbe tendere a comprimersi insieme ad una curvatura spaziale simmetrica raggiungendo velocità anche dieci o  cento volte superiore alla velocità della luce. Non vi preoccupate della forza d’inerzia dei corpi umani perchè essi saranno immersi in un campo gravitazionale indipendente che scorre con la navicella.

Arriveremo su Alpha Centauri in uno o due mesi, noi però non ci saremo perchè per queste tecnologie dovremo aspettare forse 1.000 anni. Il tempo? non vi preoccupate

scorrerà normale ma nello spazio il corpo ne paga le conseguenze, sarà sempre più debole mentre la medicina risolverà altri problemi, nel futuro molto lontano vedo turisti stellari e turisti amarcord che si mischieranno a noi per visitare le nostre antiche città.

 

====================================================

 

4,980 visualizzazioni totali, 1 visualizzazioni oggi