FUSIONE FREDDA parte 2

Questa seconda parte e’ quella più importante perchè rende fattibile un riscaldamento con un semplice termosifone.

La minima corrente utile sembra essere di 120 Volt ed almeno 2 amper per 220 watt di potenza per ottenere almeno 7-8 gradi su 5 minuti di tempo. E’ già un buon riscaldamento. 100volt di corrente sono comunque pericolosi bisogna usare un bagno maria per isolare la corrente e relativa perdita di rendimento. Dunque bisogna usare una corrente alternata bassa fino 24 Volt. Bingo con otto amper di intensità si arriva a 170 watt di potenza ma aimè la forza elettrica di 24 volt non ce la fà a riscaldare l’acqua che sale appena di 2 gradi ogni 5 minuti.

A questo punto si fa ricorso al catalizzatore la scoperta per eccellenza di tutta questa storia, ormai depositata che rivelerò nella terza parte, passate parola così potrete costruire i vostri prototipi di termosifoni casalinghi. Voglio però una visibilità di almeno 200 visioni e poi scriverò la terza parte.

112 visualizzazioni totali, 1 visualizzazioni oggi

SOMATOSTATINA principio antitumorale

La Somatostatina è un ormone prodotto dall’ipofisi o ipotalamo.

La sua funzione è quella di promuovere e alimentare la crescita delle cellule sia normali che purtroppo tumorali. Quello che rivelerò in questo articolo è già stato depositato come scoperta.

Il problema principale di questa scoperta è che non è allineata con le teorie scientifiche della medicina ufficiale in quanto ricade nella omeopatia non ancora scientificamente provata. La dinamizzazione delle sostanze omeopatiche fanno sorridere i medici e i biologi, tra l’altro lo stesso di Bella non ci credeva.

Io però mi sono orientato sulla possibilità che un’altra forma di memoria si possa attivare nella dinamizzazione e così teorizzai una forma di memoria aromatica. Per avere la certezza che l’aroma superasse le barriere delle soluzioni spinte provai a non superare  il rapporto peso/acqua non superiore a 2-3 parti per milione. La  dinamizzazione purtroppo è necessaria perchè permette all’acqua di trattenere l’aroma all’interno della molecola per superare la forte acidità dello stomaco. Di Bella infatti iniettava la somatostatina sotto pelle. In questa cura però la somatostatina molto costosa si diffonde a rilento e la cura ha bisogno di tempi molto lunghi. Nell’acqua dinamizzata invece l’aroma si diffonde velocemente attraverso gli organi interni arrivando in 24 ore alle cellule tumorali. a questo punto avviene una cosa incredibile: le cellule tumorali hanno un grandissimo difetto a contatto con l’acqua scoppiano si autodistruggono questo lo sanno tutti i biologi e gli sperimentatori. Ebbene la cellula tumorale non ha occhi ma ha naso sente la somatostatina-aroma e se la assimila autodistruggendosi. E’ quì tutta la cura, 20 o 40 cc. di soluzione al giorno e il tumore in una forma ancora non invasiva, retrocede sensibilmente.

La cura è stata rivelata a vari dottori  e oncologi  pochi hanno creduto ma si continua a sperimentare anche se in ambito delle amicizie. Coloro che vogliono provare la cura costa poco o si può mettere in condizioni da produrla.

143 visualizzazioni totali, 1 visualizzazioni oggi