COME DORMIRE E RIPOSARE BENE

gravità terra lunaVi siete mai chiesti perchè quando vi spostate da una casa all’altra o da una città all’altra, oppure spostate i mobili di casa, qualcosa cambia nel vostro modo di dormire. Una volta il medico a chi era stressato dal lavoro o era assillato da  qualche malattia di tipo psicosomatica, consigliava al paziente di cabiare aria e di prendersi qualche vacanza. In effetti il cambiamento d’aria ha sempre prodotto benefici nel corpo umano. Vi posso garantire però che non è solo il cambiamento d’aria che porta benefici.

L’aria di montagna per esempio impiega poco più di qualche ora a fare duecento chilomentri, l’aria cambia continuamente.

Il cinquanta per cento dei nostri malanni dipende da una cosa molto semplice. Se vi dicessi subito cosa non leggereste più questo articolo allora vi voglio tenere sulle spine.

Nel mio lavoro spesso viaggio e dormo quindi in alberghi e siccome per carattere sono un acuto osservatore, notavo spesso che alla mattina o mi sentivo stanco o spossato oppure dormivo meravigliosamente bene. Qualcuno direbbe materasso troppo duro o troppo morbido o umidità del materasso perchè gli alberghi usano il riscaldamento solamente quando affittano la stanza. Niente di tutto questo Pensai furbamente che forse gli orientali avessero ragione e cominciai ad osservare l’orientamento magnetico, alla fine dedussi che nemmeno il campo magnetico influiva sull’umore e sul sonno. Per carattere ho la testa dura e se non risolvo un problema non mi dò pace.

Cominciai a pensare che lungo i muri corrono delle correnti elettrostatiche o elettromagnetiche e cominciai a dormire tenendo la testa lontano dai muri, e qualcosa si otteneva ma quando mi venne l’idea di dormire al contrario per tenere la testa lontana dai muri avvenne una cosa meravigliosa, cadevo subito in un sonno profondo e la conferma me la dava mia moglie che leggeva e notava che dopo poco che mi giravo cominciavo a russare. Ma io da chimico non potevo accettare una cosa così strana, pensai invece che il sudore dei piedi impregnato nel materasso e nelle lenzuola agissero  da sonnifero. C’è però una differenza fondamentale tra il dormire con sonniferi e dormire come io avevo sperimentato.

Cominciai ad elaborare così una teoria gravitazionale o di curvatura che le masse hanno sul cervello. In pratica il cervello si rifiuta di dormire quando non è abbastanza stanco da fatica e lavoro e basta la presenza nei pressi di una massa di materia abbastanza pesante per  tenerlo continuamente in attività. Ma questo non fà bene al cuore che ha bisogno di abbassare il ritmo e rilasciare i muscoli. Dice un proverbio mens sana in corpore sano. Questo si traduce in semplicità che facendo dormire il cervello saniamo il corpo. Provare per credere.

In fondo tutta la natura vegetale a contatto continuamente con la terra, il punto a massima gravitazione, viene costantemente influenzata dalla luna e gli animali  e le uova che vengono regolate al ritmo della luna, é tutta una sinfonia gravitazionale. e come dico sempre la numero uno di tutte le forze dell’universo é la gravitazione anche se per gli astronomi è sempre una forza molto debole anche se riconoscono che agisce in lontananza. Non è vero a pochi centimetri il cervello se la sente.

Tenetevi quindi sempre lontano  dai muri vecchi e dalle colonne di cemento. I muri a volte sono fatti di carton gesso o forati che hanno poca massa e quindi non influenzano più di tanto il cervello. Bisognerebbe sperimentare a livello scientifico questa scoperta perchè non è detto che la curvatura spaziale faccia poi male,  potrebbe svegliare per esempio parti del cervello sopite o atrofizzate e migliorare così l’intelligenza.

Grazie per l’attenzione ora non resta altro che provarci e osservarsi al mattino. Buona notte.

554 visualizzazioni totali, 1 visualizzazioni oggi

Lascia un Commento