DISEGNI IPOTETICI DI MASSA

 

Gli articoli del blog sono descritti tenendo presente che i lettori abbiano già visualizzato i disegni inseriti negli articoli di base iniziali. Mi sono reso conto che questi vengono messi in secondo piano e non visualizzati. Perciò rimedio: I disegni che vedete appresso rappresentano il poliedro principale di massa che si unisce implodendo nelle varie particelle prima che si trasformi in energia. L’unione tra le varie particelle può essere di due tipi principali: a Disco (unione sui lati) e a Stella (unione sulle facce). Il primo tipo non si presenta legato nei 5 poliedri a meno che non consideriamo il poliedro dotato di forza elastica. In questo caso l’unione di venti poliedri elasticamente incollati rappresentano una piccola bomba energetica. L’unione di altri poliedri tutto attorno, le varie grandezze delle particelle che i fisici continuano a trovare negli acceleratori. L’assemblaggio delle varie forme iniziali possono dar luogo alle caratteristiche del protone del neutrone e dell’elettrone.

disegno teoria quantica tabella 2

propabili neutrini

FOTONE-CRIST3

 

Untitled-12

Questo disegno illustra le varie fasi della materia soggetta alla forte compressione degli universi. La massa come pixel individuale mano a mano che si agglomera con altri pixel aumenta la sua gravitazione e compattazione formando via via Elettroni, neutroni, protoni, bosoni, materia fredda del nucleo stellare, materia fredda dei buchi neri ed infine Materia del Big Bang.

Questo disegno illustra le varie fasi della materia soggetta alla forte compressione degli universi. La massa come pixel individuale mano a mano che si agglomera con altri pixel aumenta la sua gravitazione e compattazione formando via via Elettroni, neutroni, protoni, bosoni, materia fredda del nucleo stellare, materia fredda dei buchi neri ed infine Materia del Big Bang.

Qui sotto potete osservare la struttura massiva di una stella nella sua regolare emissione energetica di massa pura e formazione magmatica

stella1TEORIA-DELLA-MASSA-FONDAMENTALE1

In basso l’attrazione gravitazionale che agisce in maniera indiretta, le masse tendono a cadere su se stesse e sulle masse vicine cadendo verso il loro centro comune. Non lasciatevi ingannare dall’immagine perché questa caduta la dovete trasformare in tutti i versi possibili : sopra, sotto, di lato, trasversale insomma a direzione sferica.

 

 

ENERGIA gravitazionale

Vedete ora un icosaedro che sarebbe l’aggregazione primaria di massa, venti tetraedri incollati dalla gravitazione. Questa forma non ha tetraedri regolari di lato uguale. Soltando la superficie esterna appare regolare, mentre l’interno è compresso.

 

TEORIA-MASSA-FOND-3

 

Attrazione tra la luna e la terra. Dal disegno si vede come avviene l’attrazione delle maree (linee rosse). La scienza ufficiale dice che le maree opposte alla luna si producono a causa del movimento rotatorio della terra, se così fosse ci sarebbero trasferimenti continui di acqua e di pesci da un luogo all’altro della terra, con frizione sui fondali, e i pesci non avrebbero il senso di orientamento che invece hanno. Invece penso che le acque vengono schiacciate in modo perpendicolare nel senso direzionale  terra-luna, e dall’alto in basso con trasferimento di acqua solo superficiale. Questo esempio avvalora la mia teoria sull’attrazione gravitazionale, le forze non sono direzionali agli oggetti in essere ma perpendicolari alla loro direzione. Un elicottero si solleva da terra per la spinta delle pale e dell’aria ma è la massa delle pale moltiplicato per la velocità di rotazione che sostiene il peso dell’elicottero, altrimenti queste si spezzerebbero.

ENERGIA1

gravità terra luna

In senso figurato un grafico sulle varie fasi di compressione della materia. A partire dal centro dell’atomo la materia esiste in una fase di assemblaggio elettromagnetico, energia pura che tiene sotto costante controllo protoni, neutroni ed elettroni.

suddivisione dello spazio di massa

Il disegno a seguito illustra le interazioni tra il bosone e gli elettroni spaziati nei quanti.

disegno quanti

Questo disegno mostra in linea di massima la fuoriuscita del magma stellare, magma che formerà in futuro  un pianeta, sia esso grande che piccolo. La possibilità di vita sarà data dalla quantità di acqua che sarà capace di trattenere.

meccanismo espulsione pianeti

La figura di seguito invece mostra i cerchi quantici ed al centro, lo spazio quantico più potente: il nucleotone dove alberga la massa pura (sabbia del nucleo stellare). La grandezza di questa massa stabilisce la caratteristica dei futuri atomi. Nelle fissioni atomiche questa massa viene rotta, nelle fusioni nucleari invece si fonde con altre masse di altri atomi. L’idrogeno per esempio pur avendo un solo protone ed un solo elettrone ha sempre circa 12-13 quanti liberi da elettroni e non può averne perché  il bosone che lo caratterizza non potrebbe sostenere  le interazioni subatomiche.

atomo quantico

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2,614 visualizzazioni totali, 1 visualizzazioni oggi

Lascia un Commento