RAPPORTO TETRAEDRO-ATOMO

 

         Il tetraedro unità fondamentale della materia, si assembla solo con la gravitazione fino dai tempi del big bang, e poi per tutto il tempo che rimane dell’universo cederà a poco a poco questa forza accumulata trasformandosi in onda luminosa o insieme all’elettrone in onda elettromagnetica. Il rapporto di grandezza spaziale si può stabilire in una equazione alquanto grossolana ma ci dà l’idea dell’occupazione dello spazio.

Il tetraedro sta al protone come il protone sta alla grandezza dell’ultimo quanto del plutonio. Gli ordini di grandezza nel mondo subatomico seguono l’ordine logaritmico.

Nell’assemblaggio del tetraedro partendo dall’icosaedro composto da venti poliedri se si fa un altro giro di assemblaggio ci vogliono quaranta poliedri per chiudere la sfera, poi ce ne vogliono ottanta e così via fino a fermarsi nell’elettrone per i quanti piccoli. Infine nella zona nucleonica si assemblano  formando protoni e neutroni.

Ora per avere una idea del rapporto di grandezza di un’onda luminosa col poliedro di massa si può fare l’esempio di un pallone  al centro di uno stadio di calcio, tutto lo spazio dello stadio incluse le tribune, rappresenta l’elettrone (riempito di palloni), mentre la città riempita di palloni rappresenta un protone, La grandezza della Terra sarebbe l’atomo. Infine l’onda luminosa che irradia l’atomo ( la terra) è trecentomila volte più grande e cioè come un  sole in tutta la sua grandezza.

Per concludere quest’onda luminosa così grande viene generata da cinque poliedri assemblati o da venti (icosaedro) a seconda della compressione quantica. Semplicemente strofinando una pietra focaia o un fiammifero si ottiene luce. E’ la stessa cosa che avviene accelerando un protone alla velocità della luce.  Il C sodio metallico per esempio,  allo stato atomico esplode a contatto con l’acqua, cosa avviene dunque all’ultimo elettrone di valenza? quando lo si costringe a trasferirsi violentemente in un altro atomo? Chi ci dice che l’elettrone del sodio violentemente attratto dall’acqua non si fonde con essa a velocità tale da frantumare gli stessi elettroni o liberare parte del bosone dell’idrogeno?

2,429 visualizzazioni totali, 1 visualizzazioni oggi